Testata giornalistica online

Aut. Trib. di Milano n.197 del 25/06/2015

  • LA TRAGEDIA DELLA CHAPECOENSE, CINQUE MESI DOPO

    La tragedia della Chapecoense poteva e doveva essere evitata. A cinque mesi dall’incidente MondoFutbol ritorna alla notte del dramma con la testimonianza di chi l’ha seguita con la professionalità del cronista di razza. Avevamo sentito Carlos Enrique Villamil Sánchez, corrispondente MF dalla Colombia, poco dopo la tragedia, ma quello non era il tempo per raccontarla, ancora avvolti dall’emotività e dai misteri.

    Oggi, con la Chape che è finalmente tornata a giocare e a vincere sul campo, è giusto tornare sulla maledetta notte di novembre, per chiarire, definitivamente, come andò esattamente.

    Facendo cronaca, raccontando. Perché è giusto celebrare la nuova Chape, ma è necessario ricordare. Villamil ci dimostra il grande cronista che è, in questo video esclusivo. E ci spiega perché non doveva andare così, perché quell’aereo non doveva essere in quelle condizioni.

    Carlos Enrique Villamil Sánchez

    Carlos Enrique Villamil Sánchez

    Periodista di stanza a Bogotà ma sempre in giro a seguire il fútbol che conta e a coglierne l'essenza. È una delle voci colombiane di MondoFutbol. Tra le sue passioni anche fútsal e baloncesto.

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Send this to a friend

    NEWSLETTER

    Video, reportage e documenti inediti da tutto il mondo. Calcio internazionale, società e cultura.

    Perché “chi sa solo di calcio, non sa nulla di calcio” (José Mourinho)


  • (visualizza la policy)