Testata giornalistica online

Aut. Trib. di Milano n.197 del 25/06/2015

  • BIOGRAFIA
  • GALLERIA

BINGOROU KAMARA

Di Aniello Luciano - 6 settembre 2015
FC Tours
Caratteristiche tecniche

Offensive. /

Difensive. Grazie ad un fisico importante, Kamara sfrutta i centimetri e la reattività muscolare per coprire lo specchio della porta sia in tuffo che in uscita. Rapido e plastico nei tiri angolati e alti, lo è un po’ meno nelle parate basse e nel dominio dell’area piccola, tenendo a restare troppo bloccato sulla linea.
Ha un’ottima confidenza con la palla e buon rilancio, soprattutto con le braccia. Può e deve imparare ad essere più costante.

PERSONALITY

STAMINA

SKILLS

SPEED/REACTION

Carriera

Nell’Hurepoix, antica provincia a nord di Parigi, c’è sempre stato un clima di conciliazione. Qui si pose fine agli scontri fra l’armata ugonotta e l’esercito del re di Francia (1567, Battaglia di Saint-Denis) e qui negli anni avvenire, in mezzo al rilassante verde di Longjumeau, città alle porte della Capitale, videro i propri natali politici, poeti, musicisti e calciatori.
A quest’ultima lista, nella quale appaiono anche Jérémy Ménez e Benjamin Mendy, si è aggiunto nel 1996 Bingourou Kamara, figlio di immigrati africani (origini senegalesi e mauritane).
Un’infanzia passata a giocare un po’ al parco, evitando che la palla finisse nel fiume (la zona di Longjumeau e dintorni è impreziosita da numerosi corsi d’acqua), un po’ in un’accademia non troppo distante da casa, a Sainte-Geneviève-des-Bois, dove, offrendosi come sostituito di un benjamin infortunato, si innamorò del ruolo del portiere, abbandonando definitivamente quello di difensore centrale.
A undici anni la prima esperienza lontana dal nucleo familiare, al Brétigny. Un passaggio agevolato dalla generosità di Habib, l’allenatore dell’epoca, che coccola Bingourou come un proprio pargolo, anche quando l’ascesa del ragazzo, nel frattempo accolto all’INF Clairefontaine, subisce un imprevedibile stop (leggasi lungo infortunio) e, oramai sedicenne e senza squadra, è costretto a lasciare il celebre centro di formazione nazionale e a tornare a Brétigny.
La permanenza al Club Sportif borgognone, però, è breve. Si fa avanti l’FC Tours e Bing ou Bigou, come lo chiamano gli amici, fa di nuovo le valigie. Con i Les Ciel et Marine la decisiva impennata: protagonista assoluto nella conquista del titolo nel campionato Primavera francese, strappato all’Evian ai calci di rigore, convocazione agli Europei U19 2015 con i Blues ed esordio con i “grandi” allenati da Olivier Pantaloni.
In Ligue 2 inanella una ventina di presenze e si prende il posto da titolare, conservato anche in questo inizio di stagione. Ancora per poco, probabilmente. Con un contratto in scadenza nel 2016 e quelle qualità, il futuro di Kamara sarà altrove.

Descrizione

Negli occhi dei tifosi della Francia e degli internauti è rimasto impresso il gesto tecnico durante un incontro che vedeva l’U19 francese di fronte ai pari età greci (tunnel d’esterno all’attaccante Petros Orfanidis) ma anche il recente e brutto finale di gara contro l’Ajaccio, guidato proprio da quel Pantaloni che lo lanciò nel calcio professionistico, quando Bingourou le ha date e prese. Follia e irritabilità che non minano, almeno per ora, la bontà del ragazzo, abituato ad una vita tranquilla e poco mondana.

Ruolo

Portiere

Pro e contro

PIÙ Sicurezza, esplosività fra i pali, enormi margini di miglioramento, abilità nei tiri dal dischetto
MENO Temperamento, padronanza dell’area, continuità, lettura delle traiettorie

bin1Kamara  Fournier bin3

Send this to a friend