Testata giornalistica online

Aut. Trib. di Milano n.197 del 25/06/2015

  • BIOGRAFIA
  • GALLERIA

YUSUF YAZICI

Di Bruno Bottaro - 10 aprile 2017
Trabzonspor
Caratteristiche tecniche

Offensive. La recente crescita sotto la guida di Ersun Yanal fa di Yusuf Yazıcı uno dei più promettenti elementi della Süper Lig turca 2016/2017. Il Trabzonspor, dall’arrivo del nuovo stadio a inizio gennaio, ha guadagnato enorme fiducia nei propri mezzi, permettendo al tecnico di poter sperimentare, mandando in campo anche giovani talenti. Yazıcı ha risposto “presente” all’appello, sia nel ruolo di centrocampista centrale che nella sua interpretazione più offensiva a ridosso delle punte. Il costante dialogo con l’ala colombiana Fabián Castillo ha fatto il resto, rendendo già imprescindibile l’impiego del ragazzo di Trebisonda.
Cambio di passo, visione di gioco, velocità nel pensiero e nei piedi, aiutati dalla facilità nel controllo della palla, stanno portando Yazıcı verso la Nazionale di Fatih Terim e il suo esordio è atteso per le prossime convocazioni a fine maggio.                                                         

Difensive. Spostato sulla trequarti, non sempre Yazıcı ha dato il miglior apporto difensivo possibile. È portato a dare un contributo più continuo all’azione quando la sua squadra gioca palla a terra, in fase offensiva.

PERSONALITY

STAMINA

SKILLS

SPEED/REACTION

Carriera

A Trebisonda piove spesso”, e anche sabato 8 aprile, giorno in cui il Beşiktaş ha varcato le porte della nuova arena del Trabzonspor, pioveva a dirotto. In quello che verrà ricordato come il match probabilmente più bello dell’intera stagione 2016/2017 di Süper Lig, il Trabzonspor perderà 3-4 all’ultimo minuto. È l’ennesima occasione in cui Yusuf Yazıcı sale in cattedra, mettendo a segno due assist. È un altro match che attesta la sua maturità calcistica, l’ennesimo passo di un percorso iniziato poco lontano dalla nuova isola artificiale della città.
La storia di Yazıcı è sempre stata legata a doppio filo a quella del Trabzonspor e della sua casa, Trebisonda. Nato e cresciuto sul Mar Nero, Yazıcı non ha vestito altra maglia all’infuori di quella azzurro-granata. È parte di una nidiata invidiabile, quella tra il ’92 e il ’99, che ha visto diversi talenti locali imporsi anche ai massimi livelli nel Paese. È la prima generazione figlia del 1461 Trabzon, il progetto di squadra-B del Trabzonspor, dove diversi elementi hanno potuto farsi le ossa. È soprattutto la realizzazione dell’idea di Sadi Tekelioğlu, maestro di un vivaio che ha pochi eguali (forse solo Bursa e Altınordu) sul suolo turco. Yazıcı è uno dei suoi ragazzi preferiti, viene cresciuto con pazienza anche se non raccoglie subito le maggiori soddisfazioni. È dall’Under-19 che viene chiamato anche in Nazionale, fino a fare subito il salto nell’Under-21.
Il suo esordio ufficiale avviene nella stagione 2015/2016, nel finale di un anno che vede ben poche soddisfazioni per il suo Trabzonspor. Alcuni giovani vengono lanciati nella mischia, lui si fa trovare pronto. Emerge fin da subito la sua enorme duttilità: dal suo ruolo originario di centrocampista centrale viene talvolta spostato in avanti, e in un’occasione è persino costretto a fare il terzino. Le sue caratteristiche rendono meglio nel cuore del gioco, e se ne accorgono tutti nel 6-0 al Rizespor nel “derby del Mar Nero” di fine stagione: 2 gol, 2 assist per il ragazzo di Trebisonda, che nonostante un inizio di stagione da comprimario si confermerà completamente nell’annata successiva. Il 2016/2017 è l’anno di Yazıcı, una delle rivelazioni dell’intero campionato: a continuare il suo percorso di crescita con mister Ersun Yanal arrivano un gol (splendido sinistro a giro) nella vittoria casalinga contro il Galatasaray e la sontuosa prestazione contro il Beşiktaş. Il nuovo stadio del Trabzonspor ha una stella ventenne, cresciuta a pochi passi da lì: l’umile tifoso azzurro-granata Yusuf  Yazıcı.

Descrizione

Sempre le persone migliori ci lasciano. Pace all’anima tua, Halit Akçatepe.” Con questa dedica a uno degli attori turchi più famosi degli ultimi decenni, Yusuf Yazıcı ha scelto di onorare uno dei suoi idoli d’infanzia. Un’autentica leggenda, per chi è cresciuto, come lui, a Trebisonda, dove il canale “Star TV” è uno dei più visti e dove il viso sornione di Akçatepe è apparso per moltissime volte. Soprattutto, quello di Yazıcı è un messaggio di distensione nei confronti del Fenerbahçe, di cui l’attore era un celebre tifoso, club assaltato per motivi calcistici proprio nei pressi di Trebisonda da due uomini armati (ancora oggi a piede libero). Una presa di posizione non facile, che però ha sottolineato la sua maturità anche fuori dal campo.

 

 

Ruolo

Centrocampista centrale, trequartista

Pro e contro

PRO. Sinistro, visione tattica, dribbling, velocità

CONTRO. Attitudine alla fase difensiva, uso del piede destro

Send this to a friend