Lele Adani racconta la rivoluzione di Pep Guardiola

con Daniele Adani (@leleadani) – #AdaniRacconta

Hay tres bases fundamentales: tiempos, espacios y engaños.
Usar bien los espacios, manejar bien los tiempos y engañar al adversario, ya sea individual o colectivamente. Eso es el fútbol. (César Luis Menotti)

Durante la visione di JuventusBayern, andata degli ottavi di Champions League, sono rimasto imbambolato a osservare movimenti che nessuna squadra al mondo compie e mai ha compiuto. Il desiderio era di aspettare la replica su Juventus TV per potere osservare meglio quello che la squadra di Guardiola stava esattamente facendo. Indispensabile sentire anche alcuni uomini di calcio vero, da campo, che come me hanno riconosciuto di essere davanti a qualcosa di unico. Sopra tutto c’è stato lo scambio di messaggi con chi ritengo, io insieme a tanti, l’analista tecnico migliore che abbiamo nel nostro Paese, Daniele Adani.

Lele ha voluto regalare a MondoFutbol uno splendido approfondimento, il primo dei MF Tactics (in cui periodicamente sarà possibile concedersi il privilegio di scoprire e analizzare i segreti del meraviglioso gioco del fútbol), che ci racconta quello che molti di noi non ha colto per intero: l’aspetto rivoluzionario della prestazione dei ragazzi di Guardiola.

A fine match, al di là di un risultato non giudicato consono, il Pep ha parlato della sua soddisfazione, dopo aver visto la sua squadra giocare così. Il Sistema a Rombo a base rovesciata, l’ultima proposta di Guardiola, probabilmente la più ardita della sua carriera. Adani ci aiuta a capire meglio il tutto.