Dalla patria del football all’America Latina, le #TreCose di Stefano Borghi

Il nuovo viaggio di MondoFutbol collega l’Inghilterra al Sudamerica. A scrivere le tappe del percorso ci ha pensato un altro caro amico, Stefano Borghi, esperto di fútbol e uno dei migliori telecronisti della TV italiana. Si parte dall’Inghilterra, quella cantata da Ian Brown, frontman degli Stone Roses, una delle band più rappresentative della scena musicale (e culturale) nota con il nome di Madchester. Oggi, nel borgo mancuniano, la follia, nella sua accezione più ripulita, non risiede più nel connubio fra rock, psichedelia e acid house ma nelle menti di due grandi pensatori, diversissimi fra loro: José Mourinho e Pep Guardiola. Se il primo sta forgiando un Manchester United più simile alle sue idee calcistiche, il secondo sta rendendo il City una macchina perfetta, capace di coniugare concretezza e spettacolo strizzando l’occhio a quel gioco che ha reso le spagnole ossi duri da battere nell’ultimo decennio di Champions League.

E proprio la Liga non poteva non finire sulla mappa di Stefano Borghi, in un’altra città colma di passione: Siviglia.

Non solo i biancorossi di Eduardo Berizzo ma anche il Betis, ricco di vecchie conoscenze della Serie A (Antonio Sanabria, Joaquín, Cristian Tello, Zouhair Feddal, Antonio Adán) e capace di sbancare il Bernabéu lo scorso 20 settembre. E latina è anche la meta di questa speciale puntata di #TreCose: il Paraguay e più precisamente Asunción, nella “casa” del Libertad. Per scoprire i dettagli e le ragioni del viaggio non vi resta che cliccare play e godervi il video sottostante.